Biodinamica, i nostri corsi

Mercoledì 28 Dicembre si è tenuto a Carmignano il corso di agricoltura biodinamica “tra materia ed eteri: agronomia biodinamica”
con un docente d’eccezione, l’agronomo e ns Socio Fondatore
Dr.Leonello Anello

Il corso, riservato ai Soci dell’Associazione,
non richiedeva competenze tecniche specifiche ma anzi era aperto
non solo agli imprenditori agricoli, ma a chiunque fosse interessato ad approfondire principi e linguaggio base della biodinamica.

Durante la mattina e con l’ausilio di slides e filmati
il Dr.Anello ci ha introdotti nel mondo di questa scienza agricola
che mira a rivitalizzare il terreno e riesce a renderlo fertile anche senza l’apporto di letame, coltivando piante in salute, partendo da semi vitali posti sulla terra- madre che li feconda .
Le radici devono essere poste in condizione da poter assorbire le risorse vitali dal terreno per consentire alla pianta di potersi nutrire dell’energia e della materia di cui è composto il cosmo.

La Biodinamica si occupa della parte energetica del vivente,
la materia è la manifestazione dell’esistenza ma non ne è l’essenza.
Da qui la fondamentale importanza per l’uomo di nutrirsi di alimenti
che nutrono e non solo riempiono
evitando cibo congelato o cotto nel microonde dove l’energia vitale è sparita,
lasciando il posto alla sola materia.

La Biodinamica cambia anche la tessitura stessa del suolo, la grandezza delle particelle del terreno
ma da dove partire sia per grandi appezzamenti che con l’orto di casa ?

Prima di tutto bisogna accettare che l’agricoltura comporta
il lavorare la terra.
Nel paesaggio agricolo niente è naturale, tutto è frutto delle modifiche a cura
dell’uomo, nel tempo.
Si inizia in inverno quando la forza è tutta sotto la superficie,
si comincia a lavorare la terra che va incisa in modo poco profondo,
la terra non va disintegrata.
Dopo di che, si seminano i sovesci misti che non competono con le piante infestanti che finiranno trinciate ed interrate come nutrimento.
Questo procedimento serve per ricolonizzare con essenze gentili
prima dell’uso dei preparati biodinamici.
Seminare favino o pisello proteico serve a muovere l’elemento fondamentale, l’acqua e preparare il terreno.

All’agricoltore si chiede di osservare, toccare, percepire entrando in sintonia con
i ritmi della Natura e dei cicli lunari
e non valutare con parametri umani perchè per le piante
ad esempio , essere molto verde non significa essere molto in salute.
così come la presenza dei lombrichi non sono garanzia di qualità.

Al seminario sono intervenute una cinquantina di persone che hanno
condiviso il pranzo all’interno della Sala Consiliare.

Nel pomeriggio anche il Sindaco Prestanti è stato dei nostri ed anche a lui
vanno i nostri ringraziamenti per la sua ospitalità.
Il GRAZIE piu’ grande lo riserviamo al Dr.Anello che ha messo a disposizione
gratuita il suo tempo e la sua professionalità sia parlandoci di botanica, tecniche
e concetti basi, sia per la pazienza nel rispondere alle nostre domande.

** Prossimi appuntamenti con la Biodinamica:
8-9 Febbraio: corso professionale di viticoltura ed enologia c/o la Villa Medicea di Cerreto Guidi (per approfondimenti vedere il sito viticolturabiodinamica.it)

Nuovo corso aperto a tutti, suddiviso in vari incontri con inizio presunto
Febbraio ‘17, nei dintorni di Quarrata (Pt)
Chiunque fosse interessato può scriverci a: biodistrettomontalbano@gmail.com
∼LaLσρ ♣

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...